La comunicazione nella “nuova normalità”.

In questa fase di ripresa diventa irrinunciabile consolidare la relazione fra imprese, brand, consumatori e clienti. Con un tono di comunicazione che ispiri il cambiamento è necessario costruire relazioni con un target nuovo trasferendo scopi, valori di impresa e senso di appartenenza.

A fare la differenza sarà innanzitutto la capacità di brand e aziende di imperniare l’intera strategia di comunicazione off e online, istituzionale ma anche di prodotto, su una base valoriale e di visione che incoraggi l’interscambio culturale e il confronto, una maggiore propensione a una progettualità condivisa che punti verso la “nuova normalità”.

Dobbiamo puntare su Responsabilità, Visione e Relazione.

In questa fase di ripresa post Covid-19 è necessario ristabilire il dialogo tenendo presente come la pandemia ha cambiato il modo con cui i consumatori guardano, “digeriscono” e interagiscono con i brand.
Il Paese si è digitalizzato come non sarebbe mai stato possibile. Saper comunicare online diventa quindi ora, a parità di prodotto o servizio, il fattore distinguente sul mercato.

Il lavoro del comunicatore nella “nuova normalità” post Covid-19.

Missione, scopo e valori dell’azienda: sono questi oggi più che mai gli asset del lavoro del comunicatore.
Diventa necessario ricostruire la relazione con un target nuovo con progetti legati al cambiamento e con toni non solo rassicuranti ma che sappiano trasferire i valori di impresa, del brand e senso di appartenenza.

Stai cercando la “nuova normalità”?

Creare un’esperienza di marca coinvolgente o semplicemente raggiungere nuovi consumatori?