Brand Experience: una questione di successo.

Oggi si sente spesso parlare di marketing esperienziale: far sì che le interazioni con i consumatori non solo siano tante ma conducano ad importanti risultati di business.

La brand experience è appunto “una tipologia di marketing esperienziale che incorpora un insieme di condizioni create da un marchio per influenzare positivamente la sensazione che un individuo ha di uno specifico prodotto o del brand stesso”.
Attraverso le connessioni e le interazioni con il proprio pubblico di riferimento, una buona strategia di brand experience permette di trasformare la consapevolezza del marchio in fedeltà al brand.

Il marketing e la pubblicità sono ovviamente tuttora fondamentali ma oggi per costruire un marchio forte, serve anche qualcos’altro. Va da sé dunque che la crescita della fedeltà è legata a doppio filo alla valorizzazione della brand experience.

Coinvolgimento sui social.

Contenuti condivisi dagli utenti con la loro cerchia di amici possono amplificare significativamente la portata della brand experience, coinvolgendo il consumatore in tempo reale.

La raccolta e l’analisi dei dati.

Nel rispetto dei dettami delle normative vigenti, si ottengono preziose informazioni sul comportamento dei consumatori, utili per creare prodotti personalizzati e soluzioni altamente mirate.

Landing page e newsletter.

Sempre più aziende pubblicano periodicamente landing page o attivano campagne di web marketing, con informazioni interessanti per il proprio pubblico e concentrate su notizie che riguardano anche il marchio stesso.

I testimonial.

È vero non quello che stai dicendo, ma il modo in cui lo dici e chi lo dice. Un altro buon esempio di strategia di brand experience è infatti rappresentato dalla possibilità di reclutare testimonial (personaggi famosi o inventati) che abbiano immagine e caratteristiche coerenti con il prodotto o il brand e con il messaggio che l’azienda vuole trasmettere, che siano in grado di aumentare l’esperienza di marca, costruire relazioni con i consumatori e vendere il prodotto.

Customer care.

Permette all’utente di testare in maniera diretta la professionalità e la capacità di problem solving di un’azienda. Offrire un buon servizio clienti aumenta la probabilità che le persone effettuino acquisti anche ripetuti nel corso del tempo.

Ottimizzazione dei canali aziendali.

Se l’azienda lavora bene su tutti i canali gestiti in maniera diretta, va da sé che l’esperienza con il marchio migliora. Ad esempio: l’aggiornabilità del sito web, curare gli account social, tenere alta la visibilità dei punti vendita e così via.

Cerchi un’esperienza unica per il tuo brand?

È il momento di passare da una mentalità focalizzata principalmente sulle vendite e sui prodotti a una che metta realmente al centro il cliente.